DIALOGHI DI UN FOLLE – EREMITA

absalama.jpgDIALOGHI DI UN FOLLE – EREMITA

 

(da: Dialoghi di Un Folle di Andrea M. Magherini copyright 2004)

 

Eremita,

vagante tra le eteree illusioni

Viandante,

camminante scalzo tra le vie d’un villaggio in sonno.

Cantore

che regala caramelle di favella ai bimbi per la strada.

Mendicante

che sorride al tozzo d’un vecchio pane donato senza piacere.

Giullare

che fa ridere le povere massaie annoiate da una vita scialba.

Poeta

di farfalle che volano sole e delicate tra fiori che non hanno più profumo da donare.

 

Con lentezza cammina per il lungo viale d’un luogo senza nome

… e sorride.

 

Ad ogni sguardo sorride.

Pezzente, miserabile, senza una casa, senza alcuno che vi pensi…. sorride.

Sorride d’un sorriso come solo il cuore sa donare,

come solo un’anima superiore può regalare

…sorride

 

Ahi… lontano va, chissà, dove egli sa che il suo cammino si concluderà,

e a loro dona, fermi nella loro nullità, speranza di un cammino, per chissà dove e chissà perché..

 

…sorride e cammina

e intanto se ne va

DIALOGHI DI UN FOLLE – EREMITAultima modifica: 2009-06-28T18:56:00+00:00da caddwychdoom
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento